Hello Gaeta

  /  Itinerari a Gaeta   /  Percorso naturalistico e storico sul Monte Orlando

Percorso naturalistico e storico sul Monte Orlando

Situato all’estremità di un promontorio che si protende nell’azzurro Golfo di Gaeta, il Parco di Monte Orlando è una delle più belle aree protette della provincia pontina, la cui posizione, estremamente ravvicinata al mare, determina caratteristiche climatiche che favoriscono lo sviluppo di una bellissima macchia mediterranea. Nel corso dei secoli la conformazione del terreno si è caratterizzata con profonde spaccature, dando origine ad autentici spettacoli della natura. Inoltre, nell’area sono presenti beni archeologici e storici di particolare interesse.

Il nostro percorso alla scoperta di questa meravigliosa area prende avvio dal Parcheggio Spalti posto alle pendici del monte. Salendo lungo via Munazio Planco, prima di arrivare all’incrocio con via della Trinità, sulla sinistra s’incontra l’antica batteria Philippstadt, prima chiamata batteria Piattaforma, che faceva parte del fronte di terra che iniziava dalla Cittadella, a protezione della Porta di Terra. Si prosegue costeggiando le batterie Dente di Sega e Cinquepiani, le quali, collegate tra loro, costituiscono un’unica imponente struttura recentemente ristrutturata da cui è possibile ammirare tutto il versante nord del Golfo di Gaeta.

Dopo aver camminato per un po’ si arriva al Santuario della Santissima Trinità, anche detto della Montagna Spaccata, il quale sorge su una fenditura nella roccia che giunge fin nella grotta del Turco originata, secondo la leggenda, dal terremoto verificatosi alla morte di Cristo. L’edificio è stato edificato nell’XI secolo dai monaci benedettini, anche se il suo aspetto attuale è frutto del restauro del XIX secolo operato dai padri Alcantarini. La visita al santuario comprende: la Montagna Spaccata, la Via Crucis del 1849, la cappella di San Filippo Neri, la cappellina del Crocifisso e la grotta del Turco.

A questo punto, oltrepassando un cancello che i frati del convento tengono sempre aperto, ci si addentra nel bosco, non senza prestare attenzione alle mura romane, ultimi ruderi della villa di Lucio Munazio Planco. Dopo aver percorso una serie di tornanti, l’itinerario imbocca una vecchia strada asfaltata e procede verso destra fino all’ingresso della polveriera Carolina, una delle tre polveriere che si inseriscono nel complesso di fortificazioni e manufatti di edilizia militare risalenti al periodo delle dominazioni aragonese e borbonica (XIV-XVIII sec.). Esse rappresentano un’importante testimonianza storica della presenza e dell’attività umana a Monte Orlando.

Dalla polveriera Carolina si prosegue a destra fino a giungere ad una biforcazione, dove si imbocca il sentiero che sale a sinistra e lo si percorre fino ad arrivare alla polveriera Real Ferdinando, edificata tra il 1764 ed il 1765. All’interno della polveriera è ospitato il Museo Real Ferdinando con una sezione storica, una naturalistica ed un’altra geopaleontologica. Visitata la polveriera si ritorna alla biforcazione e si prende il sentiero che scende fino all’ultima delle polveriere ancora visibili, la Trabacco, il cui nome deriva dallo spagnolo “trabajo” che significa lavoro-fatica. La polveriera sorge a strapiombo sul mare e da essa si può ammirare una suggestiva veduta che spazia dalle isole ponziane fino ad Ischia.

Dalla polveriera il percorso ritorna sul quadrivio e prosegue sul Sentiero delle Falesie, itinerario di grande fascino ed interesse naturalistico e paesaggistico, fino ad arrivare alla Batteria Anulare Monte Orlando Superiore, un massiccio complesso difensivo sotterraneo costruito nell’ultimo quarto del secolo XIX al cui interno è stato allestito un affascinante itinerario denominato “Percorso nella storia”. A pochi passi si trova il Mausoleo di Lucio Munazio Planco, edificato intorno al 22 a.C., uno dei più imponenti mausolei romani, rimasto miracolosamente intatto nel corso dei secoli. A questo punto il percorso ritorna indietro scendendo in direzione del Santuario della Santissima Trinità. Percorrendo il percorso si possono ammirare altri resti delle fortificazioni borboniche e di gallerie scavate nel monte.

Vieni a scoprire la natura e la storia di Monte Orlando … ti aspettiamo presso la nostra casa vacanze Hello Gaeta!

Post a Comment

You don't have permission to register