Hello Gaeta

  /  Itinerari a Gaeta   /  Escursioni da fare a Gaeta

Escursioni da fare a Gaeta

Grazie alla sua posizione geografica, a metà strada tra Roma e Napoli, Gaeta è il punto di partenza ideale per effettuare interessanti escursioni, della durata di una giornata o nell’arco di mezza giornata, alla scoperta di meravigliose destinazioni nei dintorni. Infatti, partendo da Gaeta è possibile raggiungere con estrema facilità isole meravigliose e città ricche di cose da scoprire. Di seguito vi elenchiamo le principali escursioni che è possibile effettuare da Gaeta.

ESCURSIONI GIORNATA INTERA

Isole di Ischia e Capri
Si parte da Gaeta in auto o pullman in direzione del Molo Beverello di Napoli, da dove, con aliscafo o motonave, si possono raggiungere le due magnifiche isole partenopee: Ischia, la maggiore tra le isole dell’arcipelago del Golfo di Napoli, celebre in particolare per la ricchezza delle sue sorgenti termali e per la bellezza delle sue spiagge e boschi; e Capri, famosa per il fascino delle sue coste, le magnifiche grotte marine e la magica atmosfera che si respira nel suo piccolo centro.

Isole di Ventotene e Ponza
Dal porto di Formia in aliscafo o motonave è possibile raggiungere: Ventotene, piccola isola di origine vulcanica avvolta da un mare cristallino e ricca di storia, dove meritano una visita il Museo Archeologico, le cisterne romane, Punta Eolo, la Chiesa di Santa Candida e l’Area Archeologica di Villa Giulia; e Ponza, stupenda isola con paesaggi mozzafiato e mare meraviglioso che incanta già al primo sguardo, come sanno i tanti habitué che, arrivati qui una volta, non hanno mai smesso di tornarci.

Pompei – Solfatara di Pozzuoli
Partenza in mattinata da Gaeta in auto o pullman per Pompei, dove si possono ammirare le rovine dell’antica città che in seguito all’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. fu seppellita da cenere e lapilli. È uno straordinario insieme di edifici civili e privati, monumenti, sculture, pitture e mosaici di particolare importanza per la storia dell’archeologia e per l’antichità. Nel pomeriggio si raggiunge la Solfatara di Pozzuoli, il più interessante vulcano dei Campi Flegrei, nei cui dintorni si trovano luoghi molto interessanti quali l’Anfiteatro Flavio, l’Acropoli di Cuma, le Terme di Baia e il Tempio di Serapide.

Napoli – Caserta Vecchia
Partenza in mattinata da Gaeta in auto o pullman per Napoli, dove sono tantissime le cose da scoprire: Spaccanapoli, la Cappella Sansevero e il Cristo Velato, il Museo Archeologico, Piazza del Plebiscito e Palazzo Reale, Napoli Sotterranea e la Galleria Borbonica, il Museo di Capodimonte, il Duomo e il Tesoro di San Gennaro. Nel pomeriggio si raggiunge il borgo medioevale di Caserta Vecchia, che conserva quasi intatto il suo aspetto originario e si stringe attorno ad una magnifica cattedrale del XII secolo.

Roma – Tivoli – Castelgandolfo
Partenza in mattinata da Gaeta in auto o pullman per Roma. Tour della città e visita ai Musei Vaticani e Cappella Sistina. Nel pomeriggio si prosegue in direzione di Tivoli, dove non può mancare una visita alla celebre e meravigliosa Villa d’Este, dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco, uno degli esempi più notevoli e raffinati del Rinascimento italiano. Visitata la villa l’escursione prosegue a Castel Gandolfo, città conosciuta soprattutto per la presenza della residenza estiva dei papi; inoltre, il suo caratteristico centro abitato è stato inserito tra i Borghi più belli d’Italia.

ESCURSIONI MEZZA GIORNATA

Abbazia di Montecassino
Fondata da San Benedetto intorno all’anno 529 d.c. sul sito dell’acropoli di un antico insediamento, l’Abbazia di Montecassino è il monastero più antico d’Italia insieme al monastero di Santa Scolastica. Visitata quotidianamente da migliaia di pellegrini e visitatori proveniente da ogni parte del mondo, l’abbazia nel corso della sua storia ha conosciuto molte volte grandiosità e distruzione, ed è sempre rinata più forte di prima. Preziosissimi sono la biblioteca e l’archivio, ricco di codici, incunaboli e documenti sulla vita dell’abbazia.

Piana delle Orme
In località Borgo Faiti, frazione di Latina, si trova Piana delle Orme, un parco-museo storico-tematico dedicato al Novecento, realizzato all’interno di una grande azienda agrituristica. Si tratta di oltre 40 mila mq di esposizione suddivisi in una ventina di padiglioni che, data la tipologia delle sue collezioni, sono organizzati in due settori principali: il percorso Agricolo, che riproduce le diverse fasi della bonifica della Pianura Pontina; e il percorso Bellico, che ripercorre le numerose battaglie della seconda guerra mondiale che hanno interessato la regione Lazio, in particolare lo sbarco di Anzio e la battaglia di Montecassino.

Sermoneta
Posto alle pendici dei Monti Lepini, Sermoneta è uno splendido borgo medievale ricco di storia e cultura, le cui origini si perdono nella notte dei tempi, infatti, nel suo territorio sorgeva l’antica città volsca di Sulmo, citata da Virgilio nell’Eneide. Nella zona vi sono importanti testimonianze archeologiche come la necropoli di Caracupa, Valvisciolo ed i terrazzamenti del monte Carbolino. Meritano sicuramente una visita: il maestoso Castello Caetani, risalente al XIII secolo, con il ponte levatoio, il maschio, il maschietto, le stanze arredate e le scuderie ancora in ottimo stato; e la millenaria Abbazia di Valvisciolo in rigoroso stile romanico-cistercense, che conserva le tracce più evidenti e misteriose del passaggio dei Templari.

Giardino di Ninfa
A Cisterna di Latina invece si trova il Giardino di Ninfa, un tipico esempio di giardino all’inglese la cui costruzione iniziò negli anni 20 e proseguì negli anni 30, ad opera della famiglia Caetani. Si tratta di un giardino unico nel suo genere che custodisce le rovine di una città perduta, incendiata e saccheggiata più volte e poi abbandonata dai suoi abitanti, la città di Ninfa. L’habitat è costituito dal fiume Ninfa, lo specchio lacustre da esso formato e le aree circostanti che costituiscono la naturale cornice protettiva dell’intero complesso. All’interno del giardino si possono ammirare meli, ciliegi e magnolie e le profumatissime aree coltivate con rose, garofani, papaveri, tulipani, peonie, begonie, lillà, lavanda, salvia e rosmarino.

Parco Nazionale del Circeo
Istituito nel 1934 durante i lavori della Bonifica Pontina, il Parco Nazionale del Circeo è una delle più antiche aree naturali protette d’Italia. Esistono tre aree di Riserva Naturale Integrale: la Piscina delle Bagnature, la Piscina della Gattuccia e la Lestra della Coscia. La flora è varia e dal carattere tipicamente mediterraneo mentre la fauna è dominata da oltre 200 specie di uccelli. Il parco comprende anche importanti resti archeologici come la villa probabilmente appartenuta all’imperatore Domiziano e il vivaio ittico della Piscina di Lucullo.

E allora cosa stai aspettando??? Vieni a scoprire Gaeta e i suoi dintorni … ti aspettiamo presso la nostra casa vacanze Hello Gaeta 😉

Post a Comment

You don't have permission to register